Materasso memory o materasso in lattice?

Quando si tratta della questione del sonno, è bene essere belli svegli riguardo alla scelta del proprio materasso! Dormire è una parte essenziale della vita quotidiana: sapevi che in totale passiamo circa un terzo della nostra vita totale sul letto? Per questo è bene sceglierlo attentamente. E poi si tratta anche della nostra salute: lo dicono anche i medici, quando si dorme meglio, si vive meglio.

È importante nella vita di tutti i giorni fare almeno tre cose: mangiare bene, fare esercizio fisico e dormire bene. Sono tre fattori fondamentali per sentirsi sempre pieni di energie e poter affrontare tutte le avventure che ci riserva la giornata.

Allora, come scelgo il migliore materasso? È meglio un materasso in memory o uno in lattice? Quando uno sa cosa cercare, è più facile fare l’acquisto più azzeccato.

Un materasso memory o uno in lattice si differenziano per tanti dettagli, piccoli e grandi. Il primo, ovviamente, risiede proprio nel tipo di materiale: il primo è di origine artificiale, mentre il secondo è di origine naturale. Mentre il lattice viene estratto dalla resina dell’albero della gomma, il secondo è composto da una schiuma viscoelastica realizzata a partire da getti d’acqua ad altissima pressione.

La seconda differenza risiede nel comportamento che assume lo specifico materiale e come reagisce a contatto con il peso del corpo umano. Mentre il lattice ha una capacità di resistenza maggiore, il memory foam è in grado di deformarsi per accogliere e avvolgere ogni curva del corpo.

Attenzione però, ti invito a prendere in seria considerazione la qualità di qualsiasi materasso preferisci: se il prodotto da te scelto è solo parzialmente in lattice o se è composto solo da uno strato sottilissimo di memory foam, è impossibile ottenere una performance avanzata. Sicuramente si risparmierà un bel po’ sul prezzo, ma puoi essere sicuro che la durata del materasso e la sua comodità ne saranno compromesse.

Analizziamo da vicino i maggiori e più tipici pro e contro di entrambi i prodotti.

Quali sono i pro e contro di un materasso in memory foam o materasso in lattice?

Ecco una cosa che non viene spesso dichiarata: il memory foam è più adatto a chi nel sonno è abituato a mantenere una posizione abbastanza fissa, senza muoversi più di tanto. Mentre il lattice, grazie alla sua composizione altamente elastica, rende molto più agili i movimenti del corpo, il memory foam, adagiandosi alla forma del corpo, lo accoglie e lo abbraccia, rendendo più complicato lo spostamento.

Tanto è vero che, in genere, il materasso di lattice viene consigliato a chi preferisce dormire su un letto con una rigidità maggiore, mentre il materasso in memory foam viene indicato per tutti quelli che amano dormire su una struttura più morbida.

Un’altra caratteristica importante è che il memory foam tende a conservare il calore corporeo, mentre il lattice ha una struttura interna composta da microcelle che permettono una maggiore traspirabilità. Per questo chi soffre molto il caldo durante la notte, soprattutto nei mesi estivi, potrebbe trovarsi in difficoltà con un materiale come il memory foam. Questo piccolo inconveniente è però possibile da aggirare in maniera molto semplice: basta scegliere un materasso in quello che oggi viene chiamato fresh-gel.

In conclusione, è bene comunque ricordare che sia che si tratti di materasso in memory foam o materasso in lattice, quando si sceglie tra l’alta qualità si parla sempre di due ottime scelte, basta seguire le proprie preferenze personali.